Adria Web
0541.333224
0541.333224

I cambiamenti di Facebook e iOS 14.5 - spiegato semplice semplice

Rimani aggiornato sulle imminenti novità di casa Facebook
Eleonora Giovannetti
05 Maggio 2021
I cambiamenti di Facebook e iOS 14.5 -  spiegato semplice semplice
Eccoci arrivati al fatidico momento. 
Per le strade si riversano persone disperate, le città prendono fuoco, la terra trema.

Godzilla? 
No, è arrivato il nuovo aggiornamento di Apple iOS 14.5
 
godzilla

Se ti interessi dell’ecosistema Facebook, fai campagne social o sei appassionato di ‘sta roba, forse l’avrai sentito nominare spesso negli ultimi tempi. 

In realtà, è quasi un anno che questa novità è stata annunciata. 

Ma perché ha suscitato così tanto clamore? 
Perché i SMM di tutto il mondo si stanno strappando i capelli e rosicchiando le unghie dal terrore? 

Perché questo aggiornamento Apple ha conseguenze molto importanti sul funzionamento di Facebook, soprattutto in termini di Campagne Pubblicitarie

Marchino nostro (Zuckerberg, intendo) dal canto suo ha deciso di rispondere prontamente come solo lui sa fare: imponendo una serie di modifiche imminenti, OBBLIGATORIE, con tanto di alert rossi, neri, arcobaleno in ogni angolo del Business Manager. 
Giusto per non farci prendere dal panico.

Cosa ha fatto Apple di così grave da comportare una tale reazione? 
In cosa consistono queste modifiche e perché devono essere apportate? 

Provo a spiegartelo in maniera (come ti dicevo nel titolo) semplice semplice:

Apple un bel giorno ha deciso che tiene così tanto alla privacy dei suoi utenti che vuole proteggerli dalle app brutte e cattive (come Facebook) che cercano di tracciarli. 
Spoiler: Apple non è il paladino della privacy, questa manovra gli consentirà di avere ancora più potere sui suoi circuiti di inserzioni interni. 

Ecco qui il tweet della discordia, di Tim Cook in persona, CEO di Apple:
 
tweet Tim Cook

Questo cosa significa? Che una volta installato questo nuovo aggiornamento, all’utente iOS (sono quelli che hanno l’i Phone, dai) verrà mostrato il suddetto messaggio, chiedendo se vuole essere tracciato o no dall’applicazione su cui si appresta ad entrare

Naturalmente questo ha conseguenze anche per tutte le altre app diverse da Facebook, Instagram e compagnia cantante, ma noi in questo articolo ci occupiamo di Facebook perché è probabilmente l’azienda che subirà maggiori conseguenze e anche che sta apportando i più importanti cambiamenti…
e poi questo articolo lo scrivo io quindi è così. 

Se l’utente decide di cliccare su “Allow” quindi “Consenti”, l’app può tracciare come ha sempre fatto, capire i tuoi interessi (basandosi anche sui siti che visiti al di fuori) e amici come prima.

Ma se l’utente (come è auspicabile in questo momento storico di ansia da privacy) chiede all’app di non essere tracciato… trova tu l’espressione di preoccupazione più adatta. 

Perché? Perché Facebook così facendo perderebbe una marea di dati, gli stessi che lo rendono una delle piattaforme di advertising online più avanzate al mondo.

Nota bene: in questo articolo Facebook viene usato per definire tutto l’universo Facebook, che comprendere anche Instagram, Whatsapp, Messenger, Oculus… anche se non sai cosa sia quest’ultimo.

Infatti la forza di Facebook è sempre stata nel fatto che conoscesse così bene i suoi utenti che poteva proporgli inserzioni sempre pertinenti, in linea con quello che avrebbero potuto realisticamente acquistare. 

Ora cosa si rischia?
Che con la perdita di tutti questi dati gli utenti iOS vedranno inserzioni poco pertinenti, che significa una parte del budget pubblicitario sprecato, che significa performance minori, che significa… che Facebook non è in una bella situazione: tanti inserzionisti potrebbero far calare drasticamente il budget investito sulla piattaforma. Neanche ai colossi piace perdere fatturato!

Per limitare i danni e continuare a far avere un’esperienza d’utilizzo ottimale agli inserzionisti, Facebook ha deciso di fare dei cambiamenti drastici relativi al modo in cui traccia gli utenti al di fuori dell’app. 

Senza entrare nei dettagli (perché altrimenti dove va a finire il “semplice semplice” di questo articolo?) sappi che noi come agenzia stiamo adeguando tutti gli account pubblicitari dei nostri clienti, come richiesto dalla piattaforma. 

Ad esempio indicando a Facebook quali siano gli eventi più rilevanti in ordine di importanza per i vari business. 

Questo richiede del tempo, soprattutto se in principio Business Manager, Pagine, Account Pubblicitario e Pixel non erano stati collegati correttamente fra loro.
Non so, la pagina te l’ha per caso creata un cuggino? Il fratello minore dell’amica della cognata? Se sì, potresti rientrare nella categoria.

cuggino

In ogni caso, se non si completano determinati passaggi (che ripeto, sono obbligatori), alcuni tipi di campagne potrebbero essere stoppate per 72 ore, inoltre lascerai che Facebook decida i cambiamenti al posto tuo. 
Spoiler 2: non sempre è una cosa buona. 

Probabilmente arrivato a questo punto te lo starai chiedendo… ma perché fare tutta questa fatica per un pugno di utenti iOS?
Perché i cambiamenti da apportare non riguarderanno solo loro, ma tutti quanti! 
In sostanza, il modo di tracciare i risultati delle nostre campagne sta cambiando, dobbiamo esserne consapevoli e farci trovare pronti!

Conclusione: 

Certo, molti dati spariranno, le campagne potrebbero subire delle frenate brusche (ci sarà un po’ da ballare nel primo periodo di assestamento, meglio saperlo prima), ma niente panico: la cosa importante è arrivare preparati, avendo sistemato tutto prima dell’arrivo di iOS 14.5

Quando arriva? 
Ah non te l’ho detto? È già qui, per questo le persone correvano spaventate per strada all’inizio dell’articolo, ricordi? 
Beh, ancora un po’ di tempo c’è però. Non abusarne: comincia da subito ad adeguare i tuoi account Facebook. 
Oppure chiamaci! 

Posted by
Eleonora Giovannetti

SCRIVICI

Ti è piaciuto questo articolo?
Se vuoi ricevere
i nostri contenuti + qualche bonus
direttamente nella tua casella di posta
Lasciaci il tuo nome
e la tua migliore email