Adria Web
0541.333224
0541.333224

Da HTTP a HTTPS, un altro passo avanti di Google

Da ottobre avere un sito in HTTPS diventa fondamentale
19 Luglio 2017
Da HTTP a HTTPS, un altro passo avanti di Google
Da fine gennaio 2017, con il rilascio del browser Chrome 56, Google ha iniziato a segnalare agli utenti i siti non dotati del protocollo HTTPS come “NON SICURI”.
In ottobre, è previsto un ulteriore passo verso un Web più sicuro che sarà introdotto con la versione 62 di Google Chrome (post originale).

Chrome HTTPS

Cosa succede adesso?
Attualmente, Chrome segnala come non sicuri i siti in HTTP che contengono al loro interno dei campi “password” o “numero di carta di credito”.

Cosa succederà da ottobre?
Chrome 62 segnalerà come non sicuri i siti in HTTP che richiedono l’inserimento di dati da parte dell’utente (non solo password e carta di credito). L’etichetta “Non sicuro” sarà mostrata nel momento in cui l’utente prova ad inserire dei dati nel sito mentre, nella modalità “In incognito”, l’etichetta sarà mostrata subito al caricamento della pagina.

Chrome HTTPS

“Le password e le carte di credito non sono gli unici tipi di dati che dovrebbero essere privati. Qualsiasi dato che gli utenti scrivono nei siti web non dovrebbe essere accessibile dagli altri sulla rete, così a partire dalla versione 62 Chrome mostrerà l'avviso 'Non Sicuro' quando gli utenti scrivono dati all'interno di siti in HTTP”.


Lo scopo di Google è arrivare a segnalare tutte le pagine HTTPS come NON SICURE e consiglia a tutti i proprietari di siti Web di passare da HTTP a HTTPS il prima possibile.


Se non vuoi perdere conversioni e clienti, contattaci per programmare il passaggio del tuo sito da HTTP a HTTPS...

RICHIEDI INFORMAZIONI