Adria Web
0541.333224
0541.333224

Segmentazione e profilazione spiegate semplice

Il messaggio giusto alla persona giusta
Elena Bartoletti Stella
03 Dicembre 2018
Segmentazione e profilazione spiegate semplice
Hai preparato la tua bella offerta per un weekend ai parchi divertimento seguendo i consigli che ti ho dato nel mio articolo precedente.

>>>> Scrivere offerte irresistibili per vendere le camere del tuo hotel

è venuta proprio bene.


Hai creato anche una newsletter per promuovere la tua offerta e ti stai preparando a ricevere una pioggia di prenotazioni.


La newsletter è pronta.

“Molto bene”

Stai per spedirla a tutti i tuoi iscritti.

“No aspetta un attimo...”

Sei pronto a cliccare sul tasto invia.

“Fermati subito!”


Prima di spedire la tua newsletter ascolta attentamente quello che ho da dirti, ci vorranno solo 3 minuti.


Cosa ti prometto in cambio di questi pochi minuti del tuo tempo:
  • Imparerai cosa sono la segmentazione e la profilazione nell’email marketing.
  • La tua newsletter sull’offerta ai parchi divertimento avrà un tasso di conversione (numero di prenotazioni) più alto.
  • Chi riceverà la newsletter sarà contento e non infastidito.
  • Non rischierai di perdere decine e decine di iscritti alla tua newsletter. (La lista di email del tuo hotel è una miniera d’oro, bisogna trattarla bene).


Introduzione alla segmentazione e alla profilazione


il messaggio giusto alla persona giusta

Cercherò di spiegartelo nel modo più semplice possibile.

Se proponi l’offerta sui parchi divertimento ad una coppia di ragazzi in cerca di romanticismo avrai un pessimo risultato.

La stessa offerta, proposta ad una coppia di giovani genitori, avrà un ottimo risultato.

Quando mandi una newsletter con un’offerta devi pensare a:

1. Cosa penserà chi la riceve
2. Quale azione compierà chi la riceve
3. Cosa otterrai tu

Segmentazione e profilazione non significa niente di più che dividere in gruppi (mailing group) gli iscritti alla nostra newsletter in modo da potergli mandare delle mail che gli interessano davvero.

Mandare “il messaggio giusto alle persone giuste”. 🎯

La tua lista di email può essere segmentata in questo modo:


Per tipologia: famiglie con bambini, over 65, nonni con nipoti, single, coppie senza figli, viaggiatori con animali...

oppure

In base agli interessi: ciclismo, nordic walking, trekking, parchi divertimento...


In questo caso, per avere il risultato migliore possibile, la tua offerta per un weekend a Mirabilandia dovrai inviarla alle Famiglie con bambini.

Creare un database di email profilate e segmentate è il primo passo per iniziare a compiere delle azioni di marketing mirate.
 

 

Se vuoi, noi di Adria Web possiamo darti una mano in questo processo.
Insieme, possiamo dare una svolta alla tua attività di email marketing, sfruttare al meglio la tua mailing list e trasformare i contatti in ospiti del tuo hotel.



💊 Pillola di saggezza:


“Chi parla a tutti non parla con nessuno”
Quando un iscritto riceve una newsletter in linea con i suoi interessi si sente speciale, sente che stai parlando proprio con lui, solo in questo caso sarà disposto ad ascoltarti.


BONUS 💰


In questo articolo abbiamo usato come esempio una newsletter contenente l’offerta per un weekend ai parchi divertimento.

Però....

se vuoi davvero ottenere il massimo dalla tua lista iscritti, abituati anche ad inviargli dei contenuti di valore.

Davvero l’elemento che contraddistingue il tuo hotel è il prezzo?
Davvero una persone dovrebbe scegliere il tuo hotel piuttosto che un altro solo per quei 20€ a settimana in meno?

No. Quello che fa la differenza sono le esperienze.

Raccontale.

In questo caso, dato che il tuo target sono le famiglie con bambini racconta tutti i servizi e le esperienze che offri ai piccoli ospiti.

(Hai un menù speciale per i bambini? C’è l’animazione? Quali servizi offri per i bambini? Chi sono gli animatori nel tuo hotel? Quali attività gli faranno fare? ecc...).

Fidati, per vivere delle esperienze le persone sono disposte a pagare 20€ in più...non in meno.

 
Richiedi informazioni
Posted by
Elena Bartoletti Stella
Ti è piaciuto questo articolo?
Se vuoi ricevere
i nostri contenuti + qualche bonus
direttamente nella tua casella di posta
Lasciaci il tuo nome
e la tua migliore email